L’importanza dei filtri nelle cappe da cucina

Nelle migliori cappe da cucina i filtri antigrasso (solitamente tre) sono intercambiabili e si possono lavare in lavatrice allo scopo di tenere sempre perfettamente pulito il tubo di aerazione della cappa, in modo da ottimizzarne l’efficienza e la qualità dell’aria. La presenza dei filtri antigrasso è comune alle cappe aspiranti e anche a quella a ricircolo. Questi utili dispositivi, che fanno parte integrante della cappa, possono essere in metallo o in prodotti sintetici in grado di irretire i grassi e i fumi di cottura bloccandoli prima che raggiungano l’interno della cappa potendo danneggiare alla lunga il tubo di scarico o il funzionamento del motore. I sistemi di filtraggio a nido d’ape trattengono meglio le impurità.

Per capire quando il filtro va pulito perché è saturo, le migliori cappe, elencate su www.cappadacucina.it,  dispongono di un indicatore luminoso che si accende quando è arrivato il momento di ripulirlo. In teoria, dovrebbero essere sufficienti le istruzioni, non sempre chiare alla lettera. Fra le ultime novità c’è da registrare l’esistenza in commercio di speciali filtri ai carboni attivi, bravi a neutralizzare gli odori che si sprigionano dai vari tipi di cottura. Questi filtri particolari non durano a lungo, dovendo essere sostituiti in linea di massima ogni quattro mesi. La potenza di aspirazione può essere regolata a 3 livelli fino a 340m metri cubi/h. Nelle moderne cappe da cucina i consumi sono ridotti al lumicino, bastano un paio di lampade da 20w per illuminare a sufficienza.

Molta attenzione viene riposta nella cura del design che nobilita le forme dei migliori modelli caratterizzati da eleganti strutture a camino in acciaio spazzolato che abbelliscono la cucina o, se è un open space, la zona living. Tenere sempre a mente che la cappa è un dispositivo elettrico da prendere con le molle per non creare situazioni a rischio. Ogni volta che si interviene sulla presa di collegamento per pulirla o svolgere altri lavori di manutenzione, ricordarsi sempre di staccare la spina. Qualora la cappa fosse installata in un punto da dove non si vede il collegamento alla presa, si può ovviare con un interruttore intermedio da disattivare quando non si usa la cappa.